Un inizio da… Guidoneum!

Quest’anno siamo tornati a “lavoro” anticipatamente rispetto al nostro solito, abbiamo ripreso l’attività consci di trovarci davanti a una bellissima opportunità e investiti di una grande responsabilità: essere il coro che, con la propria musica, ha chiuso le serate del 65° Concorso Polifonico Internazionale di canto corale della bellissima città di Arezzo, capitale della musica e della polifonia. Il coro ha avuto l’onore e il piacere di partecipare all’iniziativa in veste di ospite, esibendosi in tre occasioni in cui ha potuto eseguire diversi repertori spaziando dalla musica sacra a quella più leggera e profana, passando per la tradizione popolare romana inscenando lo spettacolo “Roma che in…canta”.

Il Concorso Polifonico Internazionale Guido d’Arezzo costituisce, sin dal 1952, uno dei più importanti palcoscenici per le espressioni corali del mondo intero e offre un ventaglio incomparabile di repertori, stili e autori nel susseguirsi dei giorni del concorso. Quello che lo rende unico sono sicuramente i criteri artistici e organizzativi che lo governano, soprattutto per la sua selettività nello scegliere i partecipanti.
Questo concorso è da sempre un prezioso stimolo a livello mondiale per i cori desiderosi di confrontarsi con altre realtà provenienti da tutto il mondo. Alla competizione svoltasi nei giorni 24, 25 e 26 Agosto, ospitata nella Chiesa di Santa Maria della Pieve e nel Teatro Petrarca, hanno partecipato quindici cori provenienti da tutto il mondo: Austria, Cina, Irlanda, Italia, Lettonia, Norvegia, Polonia, Puerto Rico, Regno Unito, Russia, Spagna, Turchia e Ungheria. Questo evidenzia quanto movimento e quanta risonanza mondiale ci siano intorno a questa piccola città toscana durante i giorni del concorso.

Il coro Musicanova è sempre stato, fin dalla sua fondazione, un grande estimatore di questa splendida manifestazione, partecipando ad alcune edizioni passate, in particolare quelle del 2005 e del 2012. Su quei palchi ci siamo confrontati con alcune delle realtà corali tra le più prestigiose, per poi approdare da invitati a questa 65° edizione. Un traguardo molto importante, raggiunto grazie al duro lavoro di anni che ci ha portato alla vittoria del Gran Prix de Tours in Francia, uno dei concorsi del circuito mondiale di canto corale amatoriale più importanti del mondo.
Questa vittoria ci ha permesso di esibirci nuovamente ad Arezzo, stavolta come invitati e non più come partecipanti, con una consapevolezza diversa ma sempre con la stessa grande emozione che solo il palcoscenico è in grado di regalarti. Ritrovarsi nel Teatro Petrarca e cantare dopo il Gran Premio della città di Arezzo con centinaia di persone che ti ascoltano è stata un’emozione unica che ci ha inorgogliti e ci ha fatto un po’ tremare le gambe.

Lasciamo la città con un altro bellissimo ricordo da custodire gelosamente, la lasciamo con ancora negli occhi i sorrisi e nelle orecchie gli applausi dei tanti che ci sono venuti ad ascoltare.
Ricominciamo il nostro anno musicale consci di aver impresso ancora una volta il nostro marchio: quello dell’eleganza stilistica in tutti i tipi di repertorio, quello della spontaneità, quello della voglia di stare insieme e della voglia di fare buona musica, ma sempre divertendoci e con il desiderio di far emozionare.

Questo è il marchio Musicanova.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

facebook like buttonFacebookFacebookFacebookFacebook